Congestione nasale da sinusite: cos’è e come ridurla

La congestione nasale rientra tra i sintomi della sinusite, un’infiammazione che impedisce di respirare bene. Perché viene e cosa bisogna fare per stare meglio?

La sinusite è un’infiammazione che colpisce il naso e che vede tra i suoi sintomi più comuni la congestione nasale. Il più delle volte la sensazione di naso chiuso è causata da patologie non gravi, ma si tratta di una condizione che può rivelarsi seccante, specialmente perché quando non si respira bene anche le azioni quotidiane diventano più faticose e il riposo notturno risulta sempre insufficiente. Ecco perché è utile capire in che modo si origina la congestione nasale e come fare per combatterla.

Congestione nasale: cos’è e perché viene

Il significato di congestione nasale può spiegarsi come quella sensazione di naso chiuso che danno alcune patologie, come il raffreddore o la sinusite. Quando si percepisce la sensazione di naso chiuso è molto probabile che sia in corso un’infiammazione alla mucosa nasale; dal naso, infatti, solitamente fluisce l'aria destinata ai polmoni, è qui che viene filtrata grazie a delle cellule dotate di speciali ciglia mobili ed è qui che il muco (nelle giuste quantità) cerca di intrappolare le impurità come la polvere, ma anche virus, batteri e in generale microbi pericolosi per la salute dell’organismo.

Se il nostro naso si imbatte in qualche particella da lui ritenuta dannosa, attiva un meccanismo chiamato risposta infiammatoria. Per liberarsi di qualcosa che non dovrebbe trovarsi lì, il corpo cerca quindi di allontanare il pericolo: la mucosa nasale, il tessuto che costituisce il naso al suo interno, viene “bombardata” da sostanze che la infiammano, rendendola irritata, più rossa e gonfia. Le cavità nasali vedono così ridursi lo spazio al loro interno e compaiono sintomi quali il naso chiuso, che cola e, non di rado, starnuti. Si tratta di una serie di azioni che, sebbene fastidiose, servono all’organismo per rendere l’ambiente ostile alle particelle indesiderate, purtroppo talvolta prendendo per nocive anche quelle che non lo sono, come accade nella rinite allergica.

Congestione nasale da sinusite: i sintomi per riconoscerla

Tra i disturbi più comuni alla base della congestione nasale ci sono il raffreddore, le allergie e, appunto, la sinusite, una patologia non grave se riconosciuta e trattata in maniera adeguata. Questa infiammazione, infatti, se trascurata, potrebbe trasformarsi in una insopportabile sinusite cronica, purtroppo più difficile da curare.

La sinusite è un’infiammazione che colpisce in particolare i seni paranasali, cavità delle ossa vicino al naso che sono deputate al passaggio dell'aria. Quando queste zone si infiammano, si gonfiano e il muco si accumula per lo spazio ridotto, portando a un aumento di pressione sulle pareti delle cavità. Da qui si spiega questa costante congestione nasale da sinusite, una sensazione che si tramuta anche in un particolare mal di testa localizzato in prossimità dei seni paranasali infiammati, in corrispondenza della fronte o degli zigomi.

Per capire se si ha a che fare con questa infiammazione, si possono osservare altri sintomi della sinusite oltre alla congestione nasale:

  • naso che cola anche per 7/10 giorni

  • dolore al volto in corrispondenza dei seni paranasali

  • alito di cattivo odore

  • lacrimazione

  • tosse catarrale

  • ridotta capacità di sentire gli odori

Congestione nasale da sinusite: come fare a ridurla

Liberarsi dalla congestione nasale da sinusite non è impossibile, anzi, esistono rimedi molto semplici che si possono mettere in pratica persino con prodotti naturali. Bisogna sempre ricordare che il naso chiuso non solo è fastidioso, ma è l’ambiente perfetto di cui i batteri hanno bisogno per proliferare. Con il naso tappato, poi, si prende l’abitudine di respirare con la bocca, facendo irritare la gola, cosa che stimola a tossire. Inspirare aria dalla bocca, per di più, la fa arrivare nelle vie aeree non filtrata e, quando questa non passa dal naso, il rischio che porti con sé virus e batteri aumenta. Ecco allora che per evitare complicazioni e scongiurare di dover utilizzare farmaci più importanti è bene mantenere il naso pulito.

Come fare quindi quando la congestione nasale da sinusite sembra non dare tregua? Per partire si possono tentare dei rimedi naturali, come i lavaggi o le docce nasali: questa pratica è quella che si utilizza anche con i bambini e ha alla base lo stesso meccanismo di funzionamento. La doccia nasale può essere usata anche con un prodotto come un decongestionante nasale: si lavano le narici in maniera alternata e si fa in modo che il muco fuoriesca mentre gli ingredienti contenuti nella soluzione danno sollievo alla mucosa nasale irritata. In commercio si trovano spray o fialette predosate. Alcuni di questi prodotti contengono anche sostanze lenitive e idratanti, come l’acido ialuronico, che fanno sì che la mucosa ritrovi la propria funzione protettiva.

Tra gli altri rimedi naturali, troviamo poi i fumenti per la sinusite, per qualcuno conosciuti come suffumigi. Si fanno con dell’acqua portata a bollore in una pentola e con delle erbe balsamiche da disciogliere secondo le necessità. Tra i prodotti per i fumenti in molti trovano giovamento dal bicarbonato, che con il suo contenuto di sale richiama a sé l’acqua e spinge il muco verso l’esterno. Lo stesso effetto è sortito da una doccia o un buon bagno caldo, perché il calore e l’umidità hanno proprietà che riducono la sensazione di naso chiuso e il dolore che ne consegue.

Quando la sinusite dà una congestione nasale davvero insistente, però, si possono scegliere dei rimedi farmacologici, sempre dietro parere del proprio medico o del farmacista di fiducia, specialmente perché i decongestionanti medicati, che fungono da vasocostrittori, possono produrre effetti indesiderati che fanno peggiorare i sintomi. Se il naso chiuso comporta anche mal di testa, esistono poi antidolorifici come il paracetamolo, talvolta associati a un antinfiammatorio. Attenzione con gli antibiotici, invece: iniziare una terapia a base di questi medicinali senza indicazioni del medico non serve e può essere dannosa. Trattandosi di una patologia che spesso ha origine virale, infatti, gli antibiotici non sono indicati, a meno che non sopraggiunga un’ulteriore infezione.

La congestione nasale da sinusite è quindi un sintomo fastidioso, ma non grave, in quanto risolvibile con degli accorgimenti semplici. L'importante è sempre capire la causa del naso chiuso e trattarla di conseguenza, senza improvvisazione.

 

Fonti:

Humanitas, Sinusite

Matteo Trimarchi, Sintomi della sinusite

MSD Manuals, Sinusite

SapereSalute, Sinusite, un aiuto dai rimedi naturali

Sergio Albanese, La sinusite

Articoli della stessa categoria

sinusite perché viene e come curarla
La sinusite: cos’è, perché viene, come curarla e prevenirla