Sinusite senza muco: come scioglierlo e liberarsi dal naso chiuso

Avete la sinusite ma senza raffreddore? È probabile che il muco sia bloccato: ecco come renderlo più fluido e ridurre la fastidiosa congestione nasale

Può accadere di avere tutti i sintomi della sinusite senza il muco. Questo probabilmente significa che le secrezioni sono bloccate nelle cavità nasali, generando fastidio e creando un ambiente idoneo per la proliferazione dei batteri. Con i rimedi contro la sinusite è possibile sciogliere il muco ed evitare il problema.

Cos’è e quali sono le cause della sinusite

Si ha la sinusite quando si infiammano i seni paranasali, le cavità ossee che si trovano intorno al naso, sopra e sotto gli occhi. Può accadere che la mucosa del naso, cioè il tessuto che la riveste internamente, si infiammi; questa di conseguenza diventa edematosa, ovvero gonfia, arrossata e irritata e inizia a premere sulle pareti circostanti, riducendo lo spazio a disposizione per il transitare dell'aria.

I seni paranasali sono infatti degli spazi vuoti da dove l'aria passa e viene resa umida e più pulita, per arrivare poi ai polmoni. In base all’osso a cui appartengono prendono nomi diversi, in base al seno che si infiamma si avrà poi un tipo diverso di sinusite.

Si distinguono:

  • i seni sfenoidali

  • i seni mascellari

  • i seni frontali

  • i seni etmoidali

A infiammare i seni paranasali possono esserci diverse cause, la più comune è il raffreddore, che, se trascurato, infiamma questa parte. Poi c'è la rinite allergica, ma ci possono essere anche problemi ai denti (sinusite odontogena) oppure una conformazione anomala del naso, come la presenza di polipi.

I sintomi della sinusite

In base ai seni paranasali interessati, i sintomi della sinusite avranno qualche differenza. I seni etmoidali e sfenoidali danno il dolore in profondità nel viso, i seni mascellari in prossimità degli zigomi, mentre i seni frontali danno la classica cefalea, sopra agli occhi. In generale, il dolore e al volto alla pressione e il mal di testa sono segni fondamentali per riconoscere la sinusite.

Altri sintomi della sinusite sono la congestione nasale, la condizione di naso chiuso che impedisce di respirare, a cui spesso si aggiunge la rinorrea, secrezioni dal naso che possono durare anche per molti giorni. Possono  esserci della tosse catarrale accompagnata dal cosiddetto scolo retronasale, un accumularsi di muco sul fondo della gola, causa spesso di alito cattivo.

Se si ha dolore al volto, è probabile che si abbia la sinusite senza muco, semplicemente perché la congestione nasale non si è evoluta in rinorrea.

Sinusite senza raffreddore e muco bloccato: che fare?

Se si ha la sinusite senza raffreddore, per evitare che il muco ristagni nelle cavità nasali bisogna fare in modo di liberare il naso chiuso. Questo perché, oltre a dare sintomi come il mal di testa e difficoltà a respirare, questo è l'ambiente ideale in cui i batteri proliferano e che potrebbero rendere indispensabile il ricorso a medicinali come l'antibiotico.

Tra i rimedi non farmacologici per fluidificare il muco e alleviare i sintomi della sinusite si può ricorrere a una doccia nasale, ottima anche in caso di raffreddore e allergia. La doccia nasale aiuta a rendere umide le vie aeree, spingendo il muco verso l’esterno. Può essere utilizzata con normale soluzione fisiologica, con soluzione ipertonica oppure con un decongestionante nasale in soluzione sterile a base di ingredienti come l’acido ialuronico o semi di pompelmo. L’acido ialuronico esercita un effetto protettivo e di barriera nei confronti della mucosa oro-faringea, proteggendola da agenti esterni nocivi e dai patogeni. La polpa dei semi di pompelmo possiede, invece, proprietà antivirali e antimicotiche.

Tra gli altri rimedi naturali ci sono i fumenti per la sinusite: si fanno sciogliendo in una pentola di acqua calda del bicarbonato oppure altre erbe balsamiche, come eucalipto o timo. Coprendosi con un asciugamano, se ne respirano poi i vapori, con un effetto che allevia i fastidi anche del raffreddore.

Le vie aeree vanno sempre mantenute umide, anche durante la giornata. Utilizzare un umidificatore nelle stanze in cui si passa più tempo è un buon modo per migliorare una sinusite senza muco. Per lo stesso principio, in molti riferiscono di trovare beneficio da una doccia o da un bagno caldo, quando si crea nell’aria un vapore che attenua persino il dolore alla fronte.

In caso di forte sinusite senza raffreddore il mal di testa può risultare davvero insopportabile. Ecco che a quel punto, con qualche consiglio anche da parte del farmacista, si può far uso di un antidolorifico oppure di decongestionanti medicati, il cui utilizzo però deve essere limitato nel tempo, perché si rischia di avere un rischioso effetto che incrementa i sintomi.

 

Fonti:

Matteo Trimarchi, La sinusite

Humanitas, Sinusite

MSD Manuals, Sinusite

Sergio Albanese, La sinusite

Sapere e Salute, Sinusite e mal di testa

Articoli della stessa categoria

sinusite perché viene e come curarla
La sinusite: cos’è, perché viene, come curarla e prevenirla